RUMORE E VIBRAZIONI

Il suono è una componente così comune della nostra vita, cialis che raramente ne apprezziamo tutte le sue funzioni. Può essere fonte di piacere, quando sentiamo le voci di persone amiche, la musica da noi preferita. Rende possibile la comunicazione diretta tra persone (voce) . Diventa segnalazione, avviso, pericolo: il suono di una sirena, dell’avvisatore acustico di un veicolo. Il suono ci consente anche di valutare soggettivamente la qualità: timbro di una voce, suono di uno strumento, e di effettuare diagnosi: il battito delle valvole di un motore, un rumore anomalo della macchina su cui lavoriamo.

Sempre più spesso, il suono genera in noi fastidio, ci disturba; è quello che noi chiamiamo comunemente “rumore”, cioè un suono “indesiderato”, in molti casi espressione di un giudizio soggettivo influenzato dall’ambiente e dalla situazione in cui il suono viene udito. E non è necessario che sia elevato, per creare disturbo: basti pensare al graffio su un disco, una goccia che cade, un pavimento che scricchiola.

Il rumore ambientale, quello in un veicolo, in un aeroplano, il rumore degli elettrodomestici in casa è qualcosa che noi sperimentiamo nella vita di tutti i giorni: questi tipi di rumore normalmente non producono danni al nostro orecchio, ma riducono la qualità della nostra vita. Un rumore costante, ad esempio, può ridurre la nostra capacità di concentrazione.

rumore_ambientale

E’ per questo che molti costruttori compiono notevoli sforzi per ridurre la rumorosità o per migliorare la qualità acustica dei loro prodotti, incrementando quindi la loro competitività sul mercato. Gli utilizzatori, infatti, oltre a considerare l’affidabilità, le prestazioni ed il costo di un prodotto da acquistare, sono ora molto più attenti al fattore “rumore”.

Ai tipi di rumore cosiddetti “fastidiosi” citati in precedenza, si sommano poi quelli a cui siamo soggetti a causa e durante il nostro lavoro quotidiano. Molte attività lavorative e molti ambienti di lavoro presentano livelli di rumorosità che possono risultare dannosi per le persone che operano in quegli ambienti o con quelle macchine.

rumore_industriale

Dopo alcuni anni di esposizione a quei livelli di rumore, il lavoratore può subire una graduale perdita di udito; per porre riparo a questo rischio, dove non si possa agire nel ridurre la rumorosità della macchina e/o dell’ambiente, il lavoratore è costretto a far uso delle fastidiose quanto necessarie protezioni acustiche.

Proprio per proteggerci dal rumore, e per ridurre l’inquinamento ambientale, sono state emanate leggi e direttive, a livello europeo e nazionale, basate sulle norme fondamentali per le misure acustiche.

Una delle più importanti ed attuali è la Direttiva Macchine CEE 89/392, concernente l’obbligo per il costruttore di macchinario industriale di dichiarare di aver adottato su ciascuna macchina tutti i prescritti dispositivi di sicurezza per gli operatori, e di rendere noti i rischi a cui questi ultimi sono comunque sottoposti, compresi i livelli di rumorosità al posto operatore.

tecnico_specializzato

Le vibrazioni sul corpo umano sono definite come l’effetto delle vibrazioni meccaniche sul nostro corpo.

Durante la vita quotidiana siamo esposti a vibrazioni di diverso tipo come, per esempio, quelle in autobus, nei treni o in auto. Molte persone sono esposte ad altri tipi di vibrazioni durante il loro lavoro giornaliero, per esempio le vibrazioni prodotte dagli utensili manuali, dai macchinari e dai veicoli pesanti ecc..

Come l’orecchio umano può percepire il suono sia come musica che come rumore irritante, le vibrazioni possono essere assorbite dal corpo umano allo stesso modo cioè sia in maniera piacevole che spiacevole. Quando noi corriamo, balliamo, ecc., siamo soggetti a vibrazioni piacevoli per il nostro corpo, certamente non proviamo lo stesso piacere quando ad esempio percorriamo in macchina una strada dissestata oppure quando lavorando, usiamo un martello pneumatico.

Una buona parte delle ricerche, in questo, è stata effettuata studiando l’effetto dell’esposizione a vibrazioni sull’uomo, specialmente nel suo ambiente di lavoro. Alcune ricerche sono state condotte su piloti di aerei, su conduttori di veicoli pesanti e su persone che utilizzano attrezzi manuali. La loro abilità nel compiere il proprio lavoro sotto avverse condizioni vibrazionale, ha dato origine alla prima parte delle ricerche.

rilevazione_rumore_ambientale

Oggi le ricerche sulle vibrazioni sul corpo umano vengono effettuate sul posto di lavoro ed i risultati vengono utilizzati per stabilire gli standard internazionali che permettono di valutare l’esposizione dell’uomo alle vibrazioni.

Inoltre le vibrazioni meccaniche di un macchinario-impianto, opportunamente analizzate, ci forniscono una diagnosi dello stato di salute del macchinario stesso.

Vibrazioni e rumore sono due facce dello stesso problema distinte fra loro esclusivamente dalla loro frequenza.